Ti sembra mai che le che vuoi realizzare siano sempre troppo lontane o troppo difficili nonostante i tuoi sforzi?

Se la risposta a questa domanda è “sì”, sai in buona compagnia. Solo circa il 33% delle persone riesce a mantenere l’impegno constante per consetuire i propri obiettivi, mentre la maggioranza si perde per strada.

Quando si tratta di realizzare un progetto, a me piace ragionare e agire per trimestri perché sono un lasso di tempo abbastanza lungo perché le cose possano accadere, ma allo stesso tempo abbastanza breve da farmi intravvedere il traguardo e i risultati di ciò per cui mi sto impegnando, oltre al fatto che mi consente di cogliere e integrare eventuali correzioni al mio piano di azione, che si rendono necessari o utili in funzione di risultati, imprevisti o cambiamenti di scenario. Quindi, pur avendo impostato un obiettivo annuale e poi semestrale il mio focus è sempre sul trimestre.

Hai voglia di provare il mio metodo?

Per prima cosa, definisci in maniera descrittiva e precisa cosa vuoi avere realizzato alla fine del trimestre.

Poi declina questo obiettivo in termini quantitativi (numerici) in modo da poter capire se il risultato prefissato è raggiunto e anche livello, per esempio: obiettivo minimo 90% – obiettivo desiderato 100% – superamento delle aspettativa 110%. Definire un obiettivo minimo è per me molto funzionale perchè mi consente di essere soddisfatta e abbassa l’ansia da prestazione. All’opposto, definire un obiettivo superiore al 100% mi dà la scusa per festeggiare concedendomi qualcosa di speciale (che definisco in anticipo).

Fatto questo, partendo dalla fine (obiettivo realizzato), scrivi tutti i progetti, attività ed azioni che ti hanno consentito di ragigungere questo risultato, e mettile su una scala temporale, definendo per ogni mese del trimestre un progetto principale che ti porterà verso li tuo traguardo, indicando tutti gli eventi che devono accadere e che risultato ti aspetti che producano. La somma dei risultati di questi eventi dovrà corrispondere all’obiettivo trimestrale.

Se non utilizzi già un planner che ti dà la visione panoramica di ogni mese, trova nel web quello che ti piace di più e stampalo per tenerlo sempre in vista. Vedere nero su bianco sulla carta una sequenza temporale ti aiuta a registrare nella mente gli eventi che devono accadere, cosa va fatto e quando.

Ora che hai definito gli obiettivi mensili, compila la tua lista di obiettivi settimanali, crea e per ognuno di questi e un elenco completo di azioni che segnerai in determinati giorni sul tuo planner.

Scrivi infine un signolo obiettivo giornaliero che vuoi conseguire per realizzare il risultato settimanale.

Sappiamo che le situazioni potrebbero modificarsi e il tuo programma potrebbe cambiare. Non importa! Scrivi a matita e cancella. Il planner ti aiuta proprio a capre e gestire le tempistiche. Aggiorna continuamente le tue liste.

Ora che il tuo obiettivo è scomposto in piccoli passi, e scommetto che sembra più realizzabile, è il momento di lanciarti in azione!

Programma 10-15 minuti al giorno per pianificare, rivedere gli obiettivi e visualizzare.Ti consiglio di rivedere ogni sera come è andata la giornata e di ridefinire contestualmente il programma del giorno successivo: ogni giorno avrai già il programma e non dovrai pensarci.

Ogni mattina, riafferma il risultato che vuoi avere realizzato quel giorno. Deve essere un passo verso il tuo obiettivo.

Prenditi del tempo una volta alla settimana per valutare come sta procedendo e redigi o aggiorna la lista settimanale di attività. L’ideale è creare un appuntamento fisso con questa attività, in un giorno predefinito e sempre lo stesso. A qualcuno piace farlo la domenica, ad altri il venerdì… ti consiglio di sperimentare per trovare il tuo ritmo.

Definisci blocchi di tempo nel tuo programma prendendo in considerazione anche le attività extraprofessionali, in modo che il tuo programma sia realistico e, se è necessario, suddividi in più giorni le attività complesse o lunghe da realizzare.

Metti in agenda i momenti di ricarica e rispettali come rispetti gli appuntamenti di lavoro. Ricaricatii non è un lusso: è creare le condizioni per il successo.

Ogni giorno, concentrati, festeggia le tue vittorie e fai accadere quello che vuoi che accada, segui il programma concentrandoti su un giorno alla volta e tieni a mente il tuo obiettivo finale.

Nel processo, assicurati di prenderti cura di te in modo da dare il meglio. Rilassarsi, ricaricarsi, alimentarsi in maniera corretta, bere quantità sufficienti di acqua e fare attività fisica piacevole sono tutti ottimi modi per mantenere in forma il tuo corpo in modo che la tua mente possa rimanere concentrata

Un ultimo suggerimento: Se mentre stai procedendo scopri che alcuni aspetti stanno richiedendo più tempo del previsto (questo è di solito il mio modus operandi) non scoraggiarti, basta rielaborare il tuo piano!

Il progetto potrebbe finire per richiedere tempi più lunghi, ma finché ogni giorno fai un passo significa che stai andando avanti.

Reimpostare, rifocalizzare e ricominciare fa parte del viaggio!

Basta saperti organizzare!

Commenti