Tra i numerosi testi sull’efficacia personale che ho letto, uno di quelli che rispecchia più di tutti il mio approccio è The Compound Effect (in Italia tradotto come “L’effetto composto”) di Darren Hardy.

La teoria alla base del Compound Effect è efficace perché si basa su semplici principi di buon senso, applicabili da tutti in qualsiasi momento senza grandi sforzi: le giuste piccole azioni quotidiane intenzionali e ripetute con costanza, produrranno nel tempo grandi risultati in campo professionale, così come in qualsiasi ambito della vita.

Ma quali sono le giuste piccole azioni per il successo?  Secondo Darren Hardy, se fai costantemente scelte intelligenti, ti impegni ad adottare abitudini costruttive, se agisci con costanza e focalizzazione, se trascorri il tuo tempo con persone edificanti, se elimini (o limiti al massimo le influenze negative) e acceleri i tuoi progressi, otterrai facilmente successo nella vita e nella carriera.

Si tratta né più né meno della formula tanto semplice quanto efficace dei piccoli passi: piccole abitudini e decisioni, apparentemente insignificanti, ma protratte nel tempo con costanza e determinazione fanno la differenza, senza accorgersene (o quasi). Questo vale molto di più di qualsiasi sprint, o ore e ore passate su un progetto in modo saltuario, perché minimizza le resistenze, dato che la posta in gioco per il cambiamento è apparentemente irrisoria e la fatica per adottare nuovi comportamenti è minima. Pensa a quanto poco ti costa, per esempio, rinunciare a un caffè al giorno per ritrovarti alla fine dell’anno con 365€ (o più) in tasca.

Lo stesso è vero anche al negativo. Continuare a perpetrare le scelte sbagliate (magari senza saperlo) ti allontanano dal risultato che vuoi, senza che tu te ne accorga. È come tirare una palla per centrare una buca. Sbagliare la traiettoria di pochi millimetri comporta un errore di metri, se la distanza grande.  Vediamo una ad una le aree su cui The Compound Effect suggerisce di concentrarsi e alcuni degli esercizi che propone.

Scelte In ogni momento della nostra vita operiamo delle scelte. Il più delle volte lo facciamo in automatico, senza rendercene conto. Ogni scelta, anche (e forse soprattutto) quelle apparentemente innocue, nel lungo periodo hanno delle conseguenze che possono essere ottime o pessime. Hai mai pensato dove ti stanno portando le tue?In quale area della tua vita operi scelte in automatico invece che finalizzate al tuo successo? Annota tre scelte che hai fatto in passato e che sono risultate quelle sbagliate. Elenca tre cose che avresti dovuto (o potuto) fare, ma che non hai fatto. Scrivi tre azioni che puoi iniziare a fare adesso per riprendere in mano i risultati che vuoi nella  tua vita e nel tuo lavoro.

Abitudini Le abitudini non hanno niente a che vedere con il carattere: sono solo comportamenti che hai reiterato nel tempo fino ad automatizzarli e, in quanto comportamenti, si possono cambiare. Scrivi le tue tre migliori abitudini che supportano il tuo obiettivo più importante. Individua le tue tre peggiori abitudini: quelle innocue (e forse inconsapevoli) abitudini che ti portano fuori rotta rispetto al risultati che vuoi. Individua tre nuove abitudini da sviluppare per rimetterti in careggiata verso i risultati che vuoi.  

Costanza  La costanza nel tempo è la qualità chiave per ottenere risultati. Azioni eclatanti effettuate una volta ogni tanto sono molto meno efficaci (ed energeticamente più dispendiose) di azioni portate avanti giorno con metodo e ritmo. Elenca le aree della vita in cui non agisci con costanza. Quanto ti è costata questa mancanza di costanza? Scrivi 10 comportamenti chiave che ti costano poco e che puoi mantenere nel tempo per avvicinarti al tuo obiettivo. Qui è importante essere realistici: evita di scrivere attività che sai già di non potere mantenere.

Influenze Volenti o nolenti siamo il risultato dell’influenza del mondo che ci circonda. Per lo più assorbiamo questi input in maniera inconsapevole. L’unico antidoto per questo è decidere da chi o cosa farci influenzare.  Identifica come ciò che ti circonda (persone, media, informazioni etc…) ti sta influenzando. Definisci da cosa e da quali persone hai bisogno di proteggere la tua mente e come invece la nutrirai con frequentazioni e informazioni positive, edificanti e di utili.

Accelerazione Per fare un passo i più e non solo mantenere ma accelerare i piccoli risultati quotidiani che otterrai, è importante fare anche del lavoro su di te, analizzandoti con sincerità.Annota quando ti imbatti in quei “momenti della verità” o quando hai quelle epifanie che ti fanno fare un balzo in avanti. Celebra questi momenti di crescita dal tuo vecchio io.Identifica tre aree della tua vita in cui puoi fare di più. Identifica tre aree della tua vita in cui puoi andare oltre i tuoi limiti e battere le tue aspettative.Identifica tre modi in cui puoi superarti. Dove puoi differenziarti da ciò che è scontato, normale o previsto?

E infine il mio consiglio: ora che hai terminato la lettura, prendi carta e penna e ripercorri tutti i punti, facendo gli esercizi proposti. Leggere solo senza mettere in pratica non serve! Tenere tutto a mente non ha la stessa potenza del mettere nero su bianco (scrivere a mano dà input alla mente). E se fino ad ora hai sempre posticipato la messa in pratica, hai già individuato una abitudine da modificare!  Scrivimi per farmi sapere cosa hai scoperto e quali risultati ti ha dato mettere in pratica questi input.

Al tuo successo!

Commenti