Chi sono

La mia storia e la mia filosofia

 

“Mi chiamo Angela Santi, sono una ribelle ordinata e ti aiuto a coniugare successo e qualità della vita.”

angela-santi-muro-rosso-600x800
angela-santi-tango
angela-kimono

Mi chiamo Angela Santi e sono Success & Dolce VITA Designer per leader ribelli ed ambiziosi che vogliono coniugare successo e piacere della vita.

Mi hanno definita “ribelle ordinata” perché dietro al mio aspetto raffinato e il rigore professionale, c’è uno spirito anticonformista che mi guida.

Sono sempre stata un’entusiasta, eclettica nei miei interessi e da sempre ho avuto il dono naturale di inserire nella mia giornata tutto quello che è importante per me: lavoro, vitalità, interessi, relazioni. Ho sempre seguito solo le mie regole, prefissandomi obiettivi e ottenendo risultati con costanza e dedizione, tutto nel rispetto di me stessa e godendomi la vita.

MI PIACE DIRE CHE HO AVUTO QUATTRO VITE

La prima vita

Provengo da una famiglia benestante di imprenditori da tre generazioni che ha sempre assecondato i miei talenti e le mie passioni, che mi ha permesso di fare esperienze straordinarie che allora erano appannaggio di pochi. Fin da piccola ho frequentato ambienti internazionali e cosmopoliti, e ho avuto il privilegio trascorrere lunghi periodi di tempo all’estero soprattutto in paesi di cultura anglosassone, che hanno plasmato la mia mentalità in maniera profonda: mi sentivo libera e padrona del mondo, capace di affrontare qualsiasi sfida. Bastava volerlo e lanciarsi.

La seconda vita

Dopo la laurea in Lingue e Letterature Straniere Moderne con una tesi sperimentale in California, la scelta più… “ovvia”, era lavorare nell’azienda di famiglia, nel settore delle concessionarie di auto di categoria Premium e Lusso, che era allora una delle 10 realtà più importanti d’Italia del settore.

Buttata nella mischia, come Change Manager prima e come Consigliere di Amministrazione poi, in un ambito di cui non conoscevo nulla, permeato da una forte cultura maschilista, per essere e sentirmi all’altezza nonostante i mille dubbi che mi assalivano (“Sarò capace??? E se scoprono che di questo non so nulla…?) sono diventata stakanovista, perfezionista, sacrificavo per il lavoro ciò che aveva sempre fatto parte della mia vita .

Mi ero lasciata condizionare da una cultura che non mi apparteneva, secondo cui successo significa per forza sacrificio, prima il dovere e poi il piacere, rinunciare a sé e alle cose che ci fanno stare bene…. Una vita di successo, che in realtà era una gabbia dorata da cui non mi decidevo a scappare.

Finché, come spesso accade, la vita ha deciso per me: nel 2008 la crisi dei Subprimes ha spazzato via Lehmah Brothers e le aziende di famiglia e tutto quello che avevamo. In pochissimi mesi mi sono ritrovata senza lavoro, senza una parte di me, senza un’identità, con la necessità di reinventarmi ripartendo da zero.

La terza vita vita

È stato allora che ho riconsiderato il mio lavoro, la mia vita, i miei valori, la mia mentalità, le mie abitudini… Ho scoperto che stavo vivendo secondo un vecchio paradigma, un paradigma che non mi apparteneva. Da lì ho cominciato a ricostruire la mia professionalità creando qualcosa che avesse impatto sulle persone, e ho iniziato a collaborare con società di formazione e consulenza in giro per l’Italia. In questi anni ho scoperto il coaching e il suo potere trasformativo. Mi sono appassionata.

Ma la mia evoluzione non era finita qui. A lungo andare, nonostante le grandi soddisfazioni professionali, la vita da pendolare mi aveva nuovamente azzerato la qualità della mia vita, mi è diventata insopportabile, mi sono fermata, questa volta intenzionalmente. 

La quarta vita

Ho scelto nuovamente di riappropriarmi di me stessa e di ciò in cui credo: non è il tempo dedicato al lavoro che fa la differenza, non la sensazione di sfinimento dopo giornate estenuanti, non la ricorsa delle priorità degli altri, ma l’impatto che ho sulle persone e per questo dovevo riacquistare  vitalità, energia,  gioia di vivere, creatività, entusiasmo.

È stato allora (era il 2016) che ho deciso di rimettermi in gioco, rivoluzionare la modalità con cui lavoravo e di spostare tutto on line. Una scelta che si è rivelata vincente per coniugare successo e piacere della vita.

LAVORARE MEGLIO, NON DI PIU’

Questa è la mia filosofia! Perché sprecare il proprio tempo e la propria vita? Perché rinunciare quando basta sapersi organizzare?

Ogni mattina puoi scegliere che direzione dare alla tua vita, se continuare a correre nella ruota del criceto o se fermarti a godere il panorama.

Ogni mattina puoi scegliere di metterti al primo posto, di realizzare le tue ambizioni senza compromessi, di crearti l’ottimale  rapporto tra tempi di lavoro ben strutturati e tempi di vita organizzati, sempre con la giusta flessibilità, e la capacità di mettere sani paletti.

Sta a te scegliere a chi e a cosa dare importanza, come utilizzare il tempo, come definire le priorità momento per momento, giorno dopo giorno.

“IL MIO” METODO DI COACHING

Da qui ho creato i quattro pilastri del mio metodo: Vitalità, Ispirazione, Tecniche, Asset.

Una esperienza di coaching con me è intensa, trasformativa, e per questo riservata ad una èlite selezionata di persone che vogiono realizzare la propria visione senza se e senza ma.

Lavorando con me ottieni strumenti, tecniche, ispirazione, supporto costante passo passo, stimolo, energia, positività e leggerezza.

Già dalle prime settimane di lavoro assieme ti accorgerai che puoi lavorare meglio, in modo più efficace e ricavando più tempo per te.

Scopri come!

PERCHE’ SCEGLIERE ME

Perché credo nella possibilità di creare un ottimale work-life balance e l’ho realizzato per me stessa.

Perchè prima di dedicarmi a questa professione nel 2010, ho lavorato per quasi vent’anni nelle aziende della mia famiglia come consigliere di amministrazione  e change manager con un focus su cambiamento organizzativo,  leadership, empowerment delle persone.

Perchè ho creato il mio metodo partendo da me, dalla mia esperienza personale, aziendale e da quanto continuo ad apprendere dalle mie Coach statunitensi con cui lavoro da anni per essere sempre all’avanguardia.

Perchè ho testato il mio metodo prima di tutto su di me e per questo so che funziona!

Sono membro della CPC Comunità di Pratica di Coaching, che garantisce aggiornamento costante e supervisione da parte di altri coach; Sono delegata per la provincia di Bologna di  Assoreti PMI, l’associazione delle Reti di Impesa, sono Angel Investor e membro di Angels for Women, la community dedicata agli investimenti in start up guidate da donne, e curo  sul quotidiano online Leggioggi.it una rubrica sull’efficacia personale e professionale.

 FATTI CURIOSI DA RIBELLE ORDINATA

Sono appassionata di yoga, tango argentino, natura, musica e di tutte le forme d’arte.

Quando lavoravo in azienda, scappavo di nascosto dal mio capo (che ero io) per andare a yoga in pausa pranzo invece che partecipare alle riunioni.

Ho suonato il pianoforte per 30 anni, soprattutto Chopin, e quando non riuscivo a eseguire un passaggio correggevo lo spartito con il bianchetto!

Sono stata sospesa in V ginnasio per avere falsificato un compito in classe di greco e convinto metà della classe a fare la stessa cosa.

Ho guidato tre volte  le Mercedes AMG e Ferrari nell’Autodromo di Imola. La prima volta l’istruttore ha provocato intenzionalmente un testacoda sulla curva delle Acque Minerali per vedere la mia reazione… Energia allo stato puro!

A 23 anni sono stata un mese e mezzo in giro per Sumatra da sola, con zaino e sacco a pelo. Erano i primi anni ’90 e non c’erano internet e i cellulari… È iniziata così la mia passione per i viaggi sfidanti in solitaria.