Ti ricordi gli arrotini?

Una figura ormai “vintage” che si annunciava  con un altoparlante gracchiante e che aveva la sua ragion d’essere quando coltelli e forbici con  la lama spuntata si affilavano invece di essere buttati via.

L’idea di affilare la lama dei coltelli, mi fa venire in mente la celeberrima metafora dei boscaioli che ha ispirato la settima abitudine per il successo di Steven Covey.

La storia era più o meno questa

Il boscaiolo cercava di abbattere un albero con una sega e imprecava e imprecava mentre lavorava invano.
“Qual è il problema?” L’uomo chiese.
“La mia sega è smussata e non vuole tagliare l’albero in modo corretto”. Il boscaiolo rispose.
“Perché non lo affilate?”.
“Perché allora dovrei smettere di segare”. Disse il taglialegna.
“Ma se affilassi la sega, potresti tagliare in modo più efficiente ed efficace di prima”.
“Ma non ho tempo di fermarmi!” Il taglialegna replicò, diventando più frustrato.
L’uomo scosse la testa e continuò a camminare, lasciando il taglialegna alla sua inutile frustrazione.

Nella foresta impervia che stiamo attraversando tutti, incontriamo boscaioli che lavorano senza risparmiarsi sull’operatività, ma vediamo anche chi si è bloccato. Più raramente incontriamo quelli che si sono fermati ad affilare la lama.

Non ho la verità in tasca, ma credo che in questi giorni, forse mesi, valga la pena rallentare, osservare, ricaricare le energie con un programma equilibrato di l’auto-rinnovamento per rigenerarti sul piano fisico, sociale/emotivo, mentale e spirituale.

Quando ti rinnovi in ognuna delle aree della vita, crei trasformazione in tutto il resto e hai la forza e la lucidità per prepararti a ripartire.

 

Senza questo rinnovamento, il corpo diventa debole, la mente meccanica, le emozioni crude, lo spirito insensibile e la persona autoreferenziale ed agoista. Non riesci più a distaccarti e ad osservare il contesto generale e come ti muovi tu nel contesto generale..

Affilare gli strumenti che possiedi già in casa invece che buttarli via e andare in cerca di nuovi, mi fa anche pensare all’idea di valorizzare i propri asset e le proprie risorse, invece di cerare altrove.

Per valorizzare o riparare qualsiasi cosa, bisogna prima sapere cosa si ha in casa, cosa funziona e cosa no e fare un piano di azione.

E tu, come stai reagendo a questo perido che nessuno, nemmeno i guru, sa come evolverà?

Come stai gestendo questa fase di incertezza?

Stai lavorando a più non posso, reagendo alle emergenze del momento?

Stai aspettando che qualcuno risolva le cose per te?

Stai ossevando sospendendo il giudizio, ti stai ricaricando e affilando gli strumenti?

Io sì, e per questo ho organizzato un workshop interattivo gratuito on line, a cui ti invito:

Affila gli strumenti: scopri su cosa puntare per sviluppare o rilanciare la tua attività, e ricaricare le energie per prepararti alla ripresa.

Sarà giovedì 19 novembre dalle 18.30 alle 20.00 su zoom

Approfondisci e iscriviti QUI >>>

Ti aspetto!

Commenti